mercoledì 4 novembre 2009

Zuppa di cipolla e paprika



Dopo la zuppa di aglio non poteva mancare quella di cipolla! In questo periodo fatto di allarmismi influenzali è bene non agitarsi, ma mettere nel piatto qualcosa che aiuti le difese immunitarie naturalmente (...non so voi ma io odio pillole e compresse...) per cui questa è un'idea gustosa per un piatto confortante e vitaminico.
Vorrei però approfondire le caratteristiche dell'ingrediente principale della zuppa perchè ne vale davvero la pena ...

**La cipolla "Allium cepa" è una pianta bulbosa della famiglia delle liliacee ed è parente del comune aglio. Si presenta come un bulbo ricoperto da una sottile membrana cartacea con colori che vanno dal giallo dorato, al rosso e al bianco. E' originaria della parte centrale dell'Asia, ma oggi è coltivata in tutto il mondo quindi esiste in numerose varietà e forme.
La cipolla oltre ad essere utile come forma preventiva antitumorale ha diverse altre proprietà. Le sostanze solforate come il selenio e il cromo e i flavonoidi presenti nella cipolla hanno la capacità di ridurre i trigliceridi e il livello di colesterolo ematico, di regolare l'aggregazione piastrinica e quindi di rendere il sangue più fluido, aiutando a prevenire trombosi e altre malattie cardiovascolari. Agisce sulla vescica e sui reni, avendo un effetto diuretico con conseguente depurazione del sangue; regola gli zuccheri ematici con efficacia pari a quella delle medicine di sintesi che vengono prescritte ai diabetici. La cipolla, mangiata cruda è molto utile per l'apparato digerente in quanto elimina i batteri patogeni presenti nello stomaco e nell' intestino favorendo la secrezione biliare e quindi il processo di digestione.
Le proprietà terapeutiche della cipolla come quelle dell’aglio, sono immense e, andrebbero meglio sfruttate in quanto a differenza dei medicinali prodotti dalle industrie farmaceutiche, non danno spiacevoli effetti collaterali.


Ingredienti per due porzioni:

due cipolle rosse piccole
una cipolla bianca
un cucchiaino di paprika
3 cucchiai di olio evo
due cucchiai di farina
due tazze di acqua
pepe bianco q.b.
un cucchiaio di dado vegetale fatto in casa
sale q.b.

Procedimento:

Mondare le cipolle e tagliarle finemente. In questo passaggio per evitare la solita lacrimazione agli occhi, provate a metter la lingua fuori (...sembra che funzioni... :). Scaldare l'olio in una pentola di coccio ed aggiungere le cipolle, girare, coprire con un coperchio e lasciar andare un quarto d'ora. Nel frattempo con il vostro dado vegetale e l'acqua bollente creare il brodo che aiuterà la cottura. Una volta che le cipolle sono ben tostate ed iniziano a far uscire la loro acqua aggiungere la farina setacciata lentamente e girando in continuazione. Far andare qualche altro minuto ed iniziare ad aggiungere il brodo pian piano a seconda delle necessità. Far cuocere un paio di ore lentamente e con uno spargifiamma, aggiungendo il sale, il pepe bianco e la paprika solo durante gli ultimi minuti di cottura. Servire calda anche con dei crostini di pane. E' buona anche il giorno dopo.

** Fonte: "Il potere curativo dei cibi" di Michael T. Murray

14 commenti:

  1. MI piace! La proverò quanto prima...
    Funziona davvero il "metodo della lingua fuori" quando si affettano le cipolle?!?

    RispondiElimina
  2. Mi sembra ottima, la provero' senz'altro.
    (quella della lingua fuori proprio non la sapevo...)

    RispondiElimina
  3. Mi piace assai, soprattutto per il tocco di paprika. Uno stecchino tra le labbra, l' avevo gia' sentito, ma la lingua fuori.... provero'.

    RispondiElimina
  4. adoro la zuppa di cipolle....ma non mi ci sono mai cimentata...ora prendo coraggio!

    RispondiElimina
  5. Io la cipolla la metto praticamente in tutti i piatti... ora che ci penso solo nei dolci non sono riuscita a ficcarcela! :P
    va beh, non esageriamo!
    Qualche domandina:
    ma se non ho al pentola di coccio viene bene uguale?!
    e riguardo al dado, gli aromi li usi secchi o freschi?!

    Ah dimenticavo ... mi piace il tuo blog :)

    RispondiElimina
  6. SE solo non mi spaccasse lo stomaco, insime all'aglio..ne mangerei a chili!!!:(

    RispondiElimina
  7. adoro le zuppe di cipolla, avevo provato con cannella e limone, con la paprika manca, farò subito una prova!

    RispondiElimina
  8. whuaooo mi ingozzo di cipolla allora:-)))

    RispondiElimina
  9. deliziosa..immagino..mumble mumble..da provare!!!

    RispondiElimina
  10. Se con quella al'aglio rischio di non dormire, questa mi fa andare a letto bella felice! Spesso la preparo, la prossima volta aggiungo anche la papikra!

    RispondiElimina
  11. Forse avrai visto che ho lanciato il mio primo contest. Difficilotto, ma intrigante assai.

    CIAO :-)

    RispondiElimina
  12. Gloria, funziona se la cipolla non è particolarmente "aggressiva" ;)

    Corrado, il contest non l'ho visto ma passo subito.... :D

    Barbara, io invece non sapevo dello stecchino!!

    Steval, Faby, Molekine, Lisette, Furfecchia ;))

    Margherita Grazie ;) Gli aromi nel dado li uso freschi visto che ho il giardino con le erbe aromatiche! Per quanto riguarda la pentola in coccio puoi fare anche senza ma non è proprio la stessa cosa e visto che la spesa è davvero irrisoria (mediamente costano € 15.00) io ti consiglio di prenderla!!!

    Giò, zuppa di cipolla con cannella e limone! Che strana!!! La prossima volta la provo!!!

    RispondiElimina
  13. questa zuppa mi piace un sacco!!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin