giovedì 8 marzo 2012

Baguette di farro semi-integrale con semi di nigella

Di solito non posto molte ricette di panificati per il semplice fatto che sono piuttosto semplici, si trovano molto facilmente in internet e di certo ognuno di noi ha la sua preferita. Questa volta lo faccio perchè il formato finale è diverso da quelli che ho già postato e l'impasto pure. Ho trovato quasi casualmente nella mia spezieria di fiducia: "L'ocabarocca" di Foligno questi semi che non avevo mai assaggiato e manco a dirlo me li sono intascati in men che non si dica. Il loro sapore è un misto tra cipolla, erba cipollina ed una punta di limone. Molto particolari ma poco invadenti.

Ingredienti:


200 g di pasta madre rinfrescata la sera prima
400 g di farina di farro integrale
300 g di farina di farro bianca
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio evo
acqua q.b.
semi di nigella e farina di grano duro q.b.


Procedimento:

Rinfrescare la pasta madre la sera prima. Prelevarne la mattina successiva la quantità di 200 g che andrà mescolata con le due farine, un pizzico di sale, i semi di nigella a formare una fontana. Al centro scavare una buca ed inserirci la quantità di acqua pari ad un bicchiere. Unire l'olio evo e cominciare a mescolare. Aggiungere ulteriore acqua se l'impasto lo necessita. Quando avrete ottenuto una pasta elastica che non si attacca alle dita fate lievitare in luogo tiepido, ben coperto da un panno umido ed una busta di plastica (o coperta) che manterrà l'umidità. Attendete quattro ore e riprendete l'impasto. Formate delle baguette ed infarinatele bene con farina di grano duro. Posizionatele su una teglia con carta da forno. Incidetele trasversalmente in supercicie e spolverate di semi di nigella. Lasciatele lievitare ulteriormente in forno spento fino a che non raddoppieranno di volume (ci potrebbero volere altre quattro ore). Quando la lievitazione è completata toglierle dal forno (fate attenzione di non avere finestre aperte: se l'impasto subisce sbalzi di temperatura si sgonfierà) accenderlo a 170° ed infornare (quando è arrivato a temperatura) fin quando la superficie non dorerà. Le baguette saranno croccanti fuori e morbide dentro.

3 commenti:

  1. quanto buono è il pane di farro.. io adoro quella farina! brava!

    RispondiElimina
  2. Ciao! proprio ben riuscite queste baguette! il farro conferisce un sapore più rustico e con questi bei semini ci sembrano perfette!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. Ma il lievito madre previsto liquido o sodo? E il malto o il miele non si mette?

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin