lunedì 14 maggio 2012

I crakers ai semi del ramaiolo




Buon giorno e buon lunedì!
Questi crakers non sono di mia invenzione ma come recita il titolo li ho rubati al ramaiolo ve ne parlo perchè sono molto sani ed un ottimo modo per introdurre nella nostra dieta i semi che non tutti purtoppo mangiano.

Ingredienti:

200 g di farina
20 g di olio evo
un pizzico di sale
semi vari (girasole, pepevero, lino)
un pizzico di bicarbonato
la punta di un cucchiaino di malto di riso
acqua q.b.




Procedimento:
 
Impastare la farina con il malto, il sale, un pizzico di bicarbonato, l'olio e poca acqua. Far riposare l'impasto una mezz'oretta in luogo tiepido coperto da un canovaccio bagnato. Riprenderlo e stenderlo con un mattarello, ma prima delle stesure finali cospargere la superficie con semi vari e poco sale. Ancora due o tre passate per schiacciare bene i semi nell' impasto e poi ritagliare con un coltello o con una rotella per ravioli i crackers. Infornare a 160° per pochi minuti.

13 commenti:

  1. Croccosiiiii, con magari sopra un po' di formaggio spalmabileeeee

    RispondiElimina
  2. Molto belli, da usare al posto del pane. Me li immagino mangiati assieme a una bella peperonata....

    P.S. - Leggendo il tuo blog ho scoperto il contest "salutiamoci", e oggi ho partecipato :))

    RispondiElimina
  3. ahahahaha appena ho letto il titolo ho pensato che ramaiolo fosse una pianta strana a me sconosciuta!!
    Ottimi i crackers, il problema con questi sarebbe riuscire a fermarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire che mi conosci abbastanza bene...ti potresti aspettare quasi qualsiasi cosa :D

      Elimina
  4. I love your blog ! passa qui http://zenzeroezen.blogspot.it/2012/05/i-love-your-blog.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono passata da te ;D
      Ma grasssie come si direbbe dalle mie parti!
      Spero di riuscire a passare il testimone anche io prometto di fare il possibile!!!

      Elimina
  5. dire che sono venuti BENISSIMO è poco... all'apparenza sono molto belli, croccanti, friabili... e credo di non sbagliarmi! :) fare i creakers mi piace da matti perché oltre che impastare a lungo (ed è una tecnica di rilassamento insostituibile:) ti lascia sulle mani un piacevole profumo di olio e semini vari. Delizioso.

    un saluto!

    Manuela

    RispondiElimina
  6. In questi anni di blog ho provato tanti tipi di crakers, oltre ad essere un'esperienza divertente perchè si possono aromattizzare come meglio si preferisce non hanno niente a che vedere con quelli comperati che ho abolito (quasi) totalmente. Per gusto e salute non c'è prezzo!

    RispondiElimina
  7. Buonissimi! Concordo pienamente con te.. e poi davvero riescono sempre :)
    Lo trovo anche un ottimo modo per smaltire rimasugli di farine, semi, frutta secca, spezie.. mmh!

    RispondiElimina
  8. Gnam! Quanto ci piacciono i semini... Non mancano mai sulla nostra tavola, specialmente nelle insalate. Nei crackers devono essere una delizia!

    RispondiElimina
  9. Sono giunta al tuo blog dalla Macropizza su Petitchef che mi aveva incuriosita,e in effetti ho fatto bene a venire a sbirciare! davvero interessanti le tue ricette,e questi crackers pieni di semini mi piacciono particolarmente!mi sono iscritta tra i sostenitori!:) saluti,peanut

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin