martedì 23 marzo 2010

Crema di castagne vegan


Le creme dolci sono sempre un'ottima soluzione rispetto alla classica nutella piena di conservanti, grassi e molto altro ancora ... Questa è una ricetta realizzata prima dellla mia partenza, prima del black out virtuale quando le castagne erano di stagione. Ecco direte voi bella fregatura....Oltre l'assenza pure una ricetta con ingredienti quasi introvabili... Bhè facciamo così: conservatela per il prossimo anno ed appena arriva la stagione delle castagne provatela. E' de-li-zio-sa!!!!
Inoltre si può conservare in barattoli sterilizzati, come la classica marmellata, previa bollitura.






Ingredienti:

1,2 Kg di castagne
1 bicchiere di latte di riso
100 kg di zucchero di canna grezzo (mascobado)
2 cucchiai di rum
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
200 ml di panna di soya


Procedimento:

Bollire le castagne in pentola a pressione per 45 minuti a fuoco lento e possibilmente con spargifiamma. Scolatele e con molta pazienza togliete la buccia. Inserite tutti gli ingredienti nel frullatore e formate una crema liscia e vellutata. Versatela in barattolini precedentemente sterilizzati. Se la mangiate entro qualche giorno potrete conservarla in frigorifero altrimenti vi suggerisco di bollire i barattoli per 20 minuti. In questo modo si conservano anche un mese. Potrete usare la crema per le vostri colazioni o come farcitura per dolci.

13 commenti:

  1. Mmmmh....questa dev'essere deliziosa!
    Dici che se utilizzo le castagn secche perde di sapore?
    Lasciandole a mollo una notte intera non rischio che mi venga bene?
    (pietà se scrivo boiate, comincio or ora ad avvicinarmi ad uno stile alimentare naturale e non sono ancora pratica^^)

    RispondiElimina
  2. Anche io faccio la crema di castagne, è veramente deliziosa. :)

    RispondiElimina
  3. Vale, ciao e ben arrivata :)) Secondo me le castagne secche hanno un sapore molto più forte rispetto a quelle fresche. Io non le amo molto pertanto credo che la crema assuma proprio un altro sapore. Se però te la senti di sperimentare facci sapere!!!

    Vera, allora puoi appoggiarmi sulla deliziosità (...se si può dire...) della crema, giusto?

    RispondiElimina
  4. decisamente un'ottima e salutare alternativa! approvata a pieni voti! ...da spalmare...da mettere nei dolci!!!...da rifare!:)

    RispondiElimina
  5. Iom provo con quelle secche, che delizia deve essere!!!

    RispondiElimina
  6. Grazie del benvenuto^^
    Se la faccio ti farò sapere come viene ok?

    RispondiElimina
  7. Ciao :)

    Mi chiamo Elena e sul mio blog di cucina sto raccogliendo delle ricette, insieme agli altri food blogger, per creare una raccolta. :)

    Si tratta di ricette "a colori" che verrebbero poi raccolte (citando ovviamente le fonti) in un ebook scaricabile da tutti gli amanti della buona cucina.

    Se ti può interessare, questo è il link dove ci sono tutti i dettagli. :)

    Raccolta ricette di cucina


    Spero di averti incuriosita. :P

    Ti auguro buona giornata,

    elena.

    RispondiElimina
  8. Ciao è buona e particolare!!! deve essere fantastica!!!! un bacione

    RispondiElimina
  9. devo dire che questa crema mi paice molto, anche per la panna di soya e il latte di riso, sui cracker alla quinoa non mi dispiacerebbe per nulla

    RispondiElimina
  10. Non è giusto! mi tocca aspettare il tempo delle castagne :((((
    Di solito compro quella in vasetto, ma questa dev'essere tutt'altra cosa!
    Ciao ;)

    RispondiElimina
  11. Saretta, Vale, se provate fatemi sapere ;)
    Banshee...corro a vedere :D
    Gunther credo che grazie a panna di soya e latte di riso sia piuttosto leggera e tutto sommato è povera di zuccheri!
    Eli secondo me quella in vasetto è mooolto più dolce!
    Luciana, grazie.

    RispondiElimina
  12. si puo' fare anche con il latte di soia??

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin